PHOENIX:COMUNICAZIONE E CULTURA

portale per lo scambio culturale
 
IndiceIndice  PortalePortale  GalleriaGalleria  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  
Ultimi argomenti
Novembre 2017
LunMarMerGioVenSabDom
  12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930   
CalendarioCalendario
Bookmarking sociale
Bookmarking sociale Digg  Bookmarking sociale Delicious  Bookmarking sociale Reddit  Bookmarking sociale Stumbleupon  Bookmarking sociale Slashdot  Bookmarking sociale Yahoo  Bookmarking sociale Google  Bookmarking sociale Blinklist  Bookmarking sociale Blogmarks  Bookmarking sociale Technorati  

Conserva e condividi l'indirizzo di Phoenix - Comunicazione e Cultura sul tuo sito sociale bookmarking

Conserva e condividi l'indirizzo di PHOENIX:COMUNICAZIONE E CULTURA sul tuo sito sociale bookmarking
Fan Box
Phoenixon Facebook
Che ora è
Notizie TGCOM
Notizie dai giornali
Giochi
Play
Pagine Bianche
Burger Time

Condividere | 
 

 OMICIDIO MUSSOLINI - LA CASSAZIONE DECIDE SE RIAPRIRE IL FASCICOLO

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
stkinvincibile
Spettacolare
Spettacolare
avatar

Femminile Pesci Numero di messaggi : 3410
Punti : 6041
Compleanno : 11.03.94
Data d'iscrizione : 12.04.09
Età : 23
Umore Umore : Solare

MessaggioTitolo: OMICIDIO MUSSOLINI - LA CASSAZIONE DECIDE SE RIAPRIRE IL FASCICOLO   Ven Set 24, 2010 7:42 pm

Oggi la prima sezione penale della Corte di Cassazione si riunisce per decidere se accogliere il ricorso presentato da Guido Mussolini, nipote del duce, avverso all’archiviazione del tribunale di Como sulla richiesta di riapertura del fascicolo sui responsabili della morte del nonno, Benito Mussolini. Il fatto più importante del processo è stata la requisitoria del procuratore generale presso la Corte di Cassazione, Montagna, secondo cui il ricorso va accolto anche se, come è noto, il parere del procuratore non è vincolante. Di questa vicenda che potrebbe riaprire una pagina storica, un momento chiave del Novecento non soltanto italiano, si occupa e scrive il professor Ubaldo Giuliani Balestrino, autore dell’ultimo libro sulla morte del duce, Il carteggio Churchill-Mussolini alla luce del processo Guareschi. Nell’opera di Balestrino si evidenzia la possibilità di un’istanza di revisione della condanna di Giovannino Guareschi anche perché sono stati acquisiti documenti che dimostrano come De Gasperi si fosse consultato con Churchill a proposito del processo contro Guareschi, cosa che invece lo stesso De Gasperi negò, affermando il contrario, sentito come teste in tribunale.Balestrino conforta e illustra così la sua tesi: «Nel mio libro sostengo le grandi e numerose illegalità avvenute nel processo Guareschi, svoltosi nell’aprile del 1954. Tali irregolarità sono state compiute per criminalizzare integralmente il carteggio Churchill-Mussolini e non per il fatto, in sé molto modesto, delle due lettere nelle quali De Gasperi chiedeva il bombardamento di un acquedotto nella periferia di Roma. Il fatto era più che spiegabile dato il tempo di guerra».Lei accenna anche a un coinvolgimento del pontefice.«Un’insurrezione della popolazione civile contro i tedeschi, in conseguenza del bombardamento alleato, avrebbe potuto accelerare la liberazione di Roma e quindi la salvezza dello stesso Pio XII: è ormai provato che vi era il progetto di Hitler di rapire il pontefice».In che cosa lei trova conferme di questa tesi?«Nel fatto che il capo partigiano Bruno Lonati ha dichiarato di avere lui ucciso Mussolini, agendo agli ordini di un ufficiale dei servivi segreti inglesi, John Maccarone. Il commando che uccise Mussolini e la Petacci verso le ore 11 del 28 aprile 1945 aveva l’ordine di sopprimerli prima che potessero parlare del carteggio».Dunque Lonati e Maccarone potrebbero essere ascoltati in tribunale?«Il Lonati è ancora vivo, ha novanta anni. Di Maccarone non si hanno notizie, il consolato e l’ambasciata inglesi hanno ricevuto informative e richieste in tal senso, ma non hanno mai risposto limitandosi a dire di aver passato la pratica a Londra. Tutto è nelle mani del giudice. La denuncia di Guido Mussolini secondo cui l’uccisione di suo nonno non sarebbe coperta né dall’amnistia Togliatti né dalla prescrizione, in quanto Benito Mussolini era allora Capo di Stato perché era Capo della pur effimera repubblica di Salò, va sicuramente riesaminata».Ma è stata archiviata.«Da Nicoletta Cremona, gip di Como. Ma in caso di accoglimento l’archiviazione sarebbe annullata e si dovrebbero svolgere indagini. Il Lonati, dichiarando che è stato lui a uccidere il duce si è esposto al pericolo di un grave processo penale. La tesi del Lonati è molto attendibile, Mussolini fu ucciso per volontà di Churchill e perché lui e la Petacci avevano documenti che potevano giovare a lui e all’Italia al tavolo delle trattative di pace».
Questa tesi non è nuova.«È stata enunciata dallo storico Luciano Garibaldi nel 2002 nel libro intitolato La pista inglese. Tesi che ha trovato di recente nuove conferme: un altro storico, il francese Milza, ha scritto in un libro apparso nell’agosto scorso che le parole di Lonati vanno attentamente discusse e inoltre due vicine della casa De Maria, dove Mussolini e la Petacci trascorsero l’ultima notte, hanno ammesso, a Rai 3, nella trasmissione del luglio scorso, di aver visto fucilare un uomo e una dona con pelliccia proprio sul muretto che era stato indicato dal Lonati. Per di più il nipote di Tom David, capo dei servizi segreti della Repubblica sociale, ha ricordato che quando lui era bambino il nonno gli disse di essere in possesso di documenti che avrebbero permesso all’Italia di recuperare l’Istria».
http://www.ilgiornale.it/cultura/omicidio_mussolini_il_caso_e_riaprire_sono_troppi_lati_oscuri/22-09-2010/articolo-id=474972-page=0-comments=1
fonte
Certo è che sarebbe interessante sapere come siano andate veramente le cose dopo anni di riporti e mitizzazioni sulla cosa..

_________________
Credi in te stesso,sii sempre leale,abbi sempre onore(stkinvincibile)Adorabile e Dispettosa.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
 
OMICIDIO MUSSOLINI - LA CASSAZIONE DECIDE SE RIAPRIRE IL FASCICOLO
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
PHOENIX:COMUNICAZIONE E CULTURA :: Politik :: Politik-
Andare verso: